Sono molto orgogliosa e credo sia un bellissimo segnale non solo per i ragazzi, ma per tutti”. Rita Dalla Chiesa ha commentato entusiasta la traccia della prima prova dell’esame di maturità di quest’anno che ha come protagonista suo padre, il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso in un attentato mafioso insieme alla moglie, Emanuela Satti Carraro, nel 1982.

“E’ orgoglio puro – aggiunge la conduttrice – ed è un bel segnale anche per tutto il lavoro che stanno facendo gli insegnanti nelle scuole, in particolare in Sicilia, su mio padre ed il suo lavoro. Oggi i ragazzi sanno chi è, ne parlano a scuola ed in famiglia: è un pezzo di storia d’Italia, è il mio cuore. Ribadisco, sono veramente orgogliosa di questa scelta. Non vedo l’ora di dirlo al mio nipotino di 11 anni che sa tutto – ha concluso Rita Dalla Chiesa – sono veramente felice, è davvero un bel segnale per i ragazzi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La cosa più orrida che potete vedere in questo preciso momento? Il post di Drew Barrymore su Instagram

next
Articolo Successivo

Melissa Satta, Chi: “dopo Boateng, ecco chi è il suo nuovo amore Tommy Chiabra”. Ma lei furibonda smentisce: “Giornalisti senza coscienza”

next