Seneca e Platone, ma anche Cicerone e PolibioQuintiliano e Isocrate. Mancano soltanto due giorni all’inizio della maturità, che mercoledì 19 giugno inizia con il tema di italiano. Ma quello che gli studenti temono di più quest’anno è la seconda prova, che per la prima volta include due materie al posto di una. In particolare, chi sembra più in difficoltà sono i ragazzi del Classico, che dovranno affrontare insieme latino e greco. ScuolaZoo ha quindi fatto partire il toto-coppia e tra gli argomenti ipotizzati dai ragazzi della community del sito sono emerse varie possibilità, tra cui anche la Filosofia con Seneca e Platone.

Qualora il Miur scegliesse come argomento comune delle versioni di latino e greco la filosofia, questa sarebbe la coppia di autori più probabile e anche la più temuta di tutti. E anche i paragoni possibili e le comparazioni esistenti non sono poche. Quello che invece gli studenti auspicano è l’Oratoria con Quintiliano e Isocrate. Una delle opere più note di Quintiliano è infatti è la Institutio Oratoria, mentre l’autore Isocrate è considerato uno dei più grandi teorici dell’oratoria greca. Sarebbe la miglior situazione: Quintiliano non è infatti un autore eccessivamente difficile da tradurre e Isocrate è un autore greco solitamente piuttosto apprezzato dagli studenti. E tra le altre coppie di autori possibili, per i ragazzi ci sono la Politica con Cicerone e Aristotele, autori che ci hanno lasciato una vastissima eredità letteraria e che hanno scritto opere in cui trattano temi legati alla politica del loro luogo e tempo. Poi la Religione con Cicerone e Polibio, un altro tema caro agli autori antichi presente in diverse versioni di latino e greco, e la Natura in tutte le sue varie sfaccettature con Orazio e Aristotele.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maturità 2019, Bussetti cambia una traccia all’ultimo momento. Per l’orale consiglia: “Niente short o infradito”

next
Articolo Successivo

Maturità 2019, dalle prove rivoluzionate all’orale con le buste. I consigli del prof: “Tema di attualità? Non è il più facile”

next