Questo smartphone di fascia media arriverà in Italia a partire dal 19 giugno con prezzi di 329 euro per la versione da 6 Gigabyte di RAM e 64 Gigabyte di spazio di archiviazione interno. Per accaparrarsi la variante da 6/128 Gigabyte saranno invece necessari 399 euro. Chi ha fretta di comprare lo smartphone, potrebbe beneficiare dell’offerta di lancio, che è di 299 euro per la variante 6/64, se si finalizza l’acquisto su Amazon o attraverso i Mi Store.

 

https://www.youtube.com/watch?v=VP4xTbOQhk8

I prezzi rischiano di mettere in rotta di collisione il nuovo modello con il Mi 9SE e con il Mi 9 standard, anche se è da considerare che questo Mi 9T presenta un design che lo differenzia efficacemente dagli altri due. A proposito di design, il rivestimento esterno è realizzato in vetro e metallo, con una trama olografica sul retro. Complessivamente lo smartphone pesa 191 grammi, che si fanno sentire tutti e che dipendono dalla batteria capiente in dotazione. La fotocamera frontale è nascosta in un meccanismo a scomparsa che viene fuori dal bordo superiore, esattamente come visto in altri dispositivi come il OnePlus 7 Pro e il P Smart Z di Huawei.

Le dimensioni sono dettate dallo schermo AMOLED da 6,39 pollici con risoluzione Full-HD+, rapporto di forma in 19.5:9 e luminosità pari a 600 candele al metro quadro. Non manca la funzionalità Always-On, che ormai Xiaomi sta estendendo a tutti i propri smartphone equipaggiati con questa tipologia di display.

Sotto alla scocca si nasconde un processore Snapdragon 730 di Qualcomm. Abbiamo avuto modo di maneggiare il prodotto per qualche minuto alla presentazione e a prima vista ci è sembrato che il sistema sia fluido, ma occorreranno test approfonditi per stabilire le prestazioni con precisione.

Il comparto fotografico prevede tre sensori: il principale da 48 Megapixel, il secondario da 13 Megapixel grandangolare, il terzo da 8 Megapixel teleobiettivo, che abilita uno zoom ottico a 2X. La fotocamera anteriore è invece da 20 Megapixel.

La parte software è affidata ad Android 9, mentre la connettività conta su Wi-Fi dual-band, Bluetooth 5.0, NFC, Dual-SIM, porta USB-C e presa jack per le cuffie.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Software Microsoft troppo costosi, il CERN passa all’open source

prev
Articolo Successivo

Vodafone down, problemi di rete in tutta Italia. La compagnia telefonica: “Disservizio risolto”

next