Il calendario dice che è maggio ma a Malpensa grandina. Talmente tanto che la pista dell’aeroporto è completamente imbiancata. Il flusso dei voli è stato ridotto e alcuni in arrivo sono stati dirottati su altri scali, ma l’aeroporto – viene precisato – non è mai stato chiuso. Al momento gli operai sono ancora al lavoro per pulire la pista dalla fitta coltre di ghiaccio che si è depositata. Due feriti in Lombardia sono stati ricoverati in ospedale. Un 84enne è stato soccorso, con lievi ferite, dopo che un albero è caduto sulla sua auto mentre passava da Locate Triulzi. Contuso alla testa invece un alpino di 46 anni che stava cercando di trattenere una tenda mentre prendeva il volo a causa del vento. Dal campo di via San Romanello è stato trasportato all’ospedale San Carlo.

L’intera regione, in queste ore, sta facendo i conti con il maltempo. Su Lodi si è abbattuto un temporale con raffiche di vento fino a 75 chilometri orari. Diversi alberi sono caduti sulle strade, a partire dalla statale 9 via Emilia, all’entrata della città. I vigili del fuoco sono impegnati nella rimozione dei tronchi. Precipitazioni di intensità tropicale anche a Milano, dove nella zona sud si segnalano alberi caduti sulla provinciale che da Lodi conduce a Paullo. Il maltempo che si è abbattuto sulla regione – per i vigili del fuoco di Milano – ha visto come danni la caduta di alberi e di qualche tabellone pubblicitario nella zona della Brianza e nella provincia di Varese. Tante le chiamate ai centralini dei pompieri, ma nessuna criticità particolare. La Protezione civile ha emesso un’allerta arancione per temporali e vento forte con raffiche di vento fino a 50-70 chilometri all’ora su Milano a partire da questa notte e per la giornata di domani. Il Comune ha inoltre attivato il Coc, il centro operativo comunale in via Drago, per monitorare i livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e del radar a cura della Protezione Civile del Comune di Milano.

Piogge e temporali anche in Emilia-Romagna e sulle regioni centro-meridionali, con un calo delle temperature. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della protezione civile, d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Sulla base dei fenomeni previsti, è stata valutata per la giornata di domani, domenica 12 maggio, allerta arancione su gran parte sui settori centro occidentali dell’Emilia-Romagna e sulle Marche. L’allerta gialla sarà, invece, sul Veneto, sui bacini emiliani centrali in Emilia-Romagna, sulla Toscana meridionale, su Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, gran parte della Campania, su Puglia, Basilicata, Calabra e Sicilia.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Abusi sessuali, “finto medium molestava vittime”: 3 arresti a Montelepre. Anche il nipote del bandito Giuliano

next
Articolo Successivo

Medjugorje, il Papa dà il via libera ai pellegrinaggi. “Ma la Chiesa deve ancora esprimersi sulle apparizioni”

next