Rendimenti stabili nelle aste con cui martedì mattina il Tesoro ha collocato titoli di Stato per 6,5 miliardi di euro. La terza tranche del Btp a 5 anni, con scadenza 2024, ha avuto richieste per 3,8 miliardi di euro a fronte di un importo assegnato di 2,5 miliardi di euro e un rendimento salito di 1 centesimo da 1,71 all’1,72%. Il Btp a 10 anni, quinta tranche, ha visto richieste per 4,184 miliardi e un importo assegnato di 3 miliardi con un rendimento calato dal 2,61% al 2,59%.

In più il ministero ha assegnato in asta la settima tranche del Ccteu scadenza 2025 per 1 miliardo a fronte di richieste per 1,88 miliardi. Il rendimento è sceso all’1,77% con un calo di 5 centesimi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Antitrust, multe per 2,2 milioni di euro a Vodafone, Wind e Fastweb: “Discriminati conti corrente esteri per i pagamenti”

next
Articolo Successivo

Sole 24 Ore, sì dell’assemblea degli azionisti all’azione di responsabilità per ex vertici

next