Non credo sia un caso che la perdita di competitività sia avvenuta man mano che aumentava il peso delle tv sul nostro calcio. I nostri dirigenti hanno portato avanti una politica miope , basata sul bacino d’utenza, che ha progressivamente svuotato il nostro calcio d’ interesse, equilibrio, ricchezza economica. In pratica hanno permesso a pochi club di avere fette sempre più grandi di una torta che diventava sempre più piccola invece di cercare di ingrandire l’intera torta con una distribuzione più equa delle risorse, come è avvenuto in Inghilterra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trieste, atleti africani esclusi da mezza maratona, arriva dietrofront degli organizzatori. Giorgetti: “Sbagliato, ma no a scafisti sport”. Di Maio: “Così è una follia”

next