Da una quindicina d’anni l’evoluzione del calcio va nella direzione di favorire il gioco offensivo. Basti pensare alla regola del passaggio al portiere o ai tempi di recupero nel finale o ai palloni più leggeri. Questo finisce col premiare chi gioca un calcio più propositivo e penalizzare chi gioca in modo speculativo come noi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Trieste, atleti africani esclusi da mezza maratona, arriva dietrofront degli organizzatori. Giorgetti: “Sbagliato, ma no a scafisti sport”. Di Maio: “Così è una follia”

prev
Articolo Successivo

Il tifoso insulta i giocatori, poi a Neymar: “Impara a giocare”. L’attaccante si innervosisce e gli dà un pugno: il video

next