Del caso si sono occupati, oltre al Garante, anche il consigliere regionale di +Europa Alessandro Capriccioli, Rita Bernardini del Partito Radicale e il collega Riccardo Magi che ha presentato un’interrogazione parlamentare insieme a Manfred Schullian del Gruppo Misto. A rispondere alla Camera, a febbraio 2019, è stato il sottosegretario alla Giustizia Vittorio Ferraresi. Il ministro Alfonso Bonafede ha attivato il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria che ha chiesto una relazione e, il 31 luglio scorso, ha dato disposizione al Provveditorato regionale di eseguire un’indagine ispettiva. A inizio marzo gli ispettori hanno lavorato per due giorni nel carcere. Non sono più arrivate lettere, ma è pur vero che in questi mesi il carcere ha avuto i riflettori puntati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Disabilità, un tema utilissimo solo in campagna elettorale

next
Articolo Successivo

Case famiglia, gli assistenti sociali hanno enormi responsabilità. Ma la categoria non si discute

next