Se gli smartphone Huawei P30 e P30 Pro vi piacciono ma non ve li potete permettere, il vostro prossimo smartphone potrebbe essere il Huawei P30 Lite. Al contrario degli altri due, è un prodotto di medio gamma che dovrebbe arrivare in commercio il 10 aprile a un prezzo di listino di 369 euro.

Come scontato la dotazione non è al livello dei fratelli maggiori da 800/1.000 euro, soprattutto per quel che riguarda la dotazione fotografica. Però sulla carta è uno smartphone con un rapporto qualità/prezzo interessante, adatto per chi cerca uno smartphone di qualità a un prezzo accettabile.

Partendo dalla dotazione, troviamo il processore Kirin 710, lo stesso che equipaggiava il predecessore Mate 20 Lite. È un chip molto collaudato, in grado di garantire buone prestazioni per l’utilizzo della stragrande maggioranza di utenti. Ad affiancarlo c’è una piacevole novità: 6 Gigabyte di RAM, due in più del P20 Lite e in linea con la dotazione del nuovo P30. Anche lo spazio di archiviazione è uguale al top di gamma: 128 Gigabyte.

Lo schermo è un modello da 6,15 pollici con risoluzione Full HD+, caratterizzato da un formato in 19,5:9. La fotocamera anteriore da 32 Megapixel è nascosta sotto al moderno notch a goccia, mentre il lettore per le impronte digitali resta sul retro: la versione sotto al display è troppo costosa per un prodotto da 360 euro.

Passiamo alle fotocamere posteriori, che sono tre: il sensore principale da 24 Megapixel, quello secondario da 2 Megapixel per la profondità di campo, e un terzo grandangolare da 8 Megapixel a 120°. È una configurazione molto interessante per la fascia media, che sarà coadiuvata da tutta la parte software di Huawei che ormai ben conosciamo, inclusi gli algoritmi di Intelligenza Artificiale. Tutto è alimentato da una batteria da 3.340 mAh, che concorre a definire un peso di 159 grammi.