Quasi 20 minuti di contestazioni (nel video, un riassunto di quello che è successo), ovvero la durata complessiva dell’intervento dal palco di Villa d’Agri (Potenza), nei confronti del leader della Lega, Matteo Salvini: cori, striscioni e cartelli di un gruppo di persone che ha criticato il ministro dell’Interno. Lui, in Basilicata in vista delle elezioni regionali del 24 marzo, li ha provocati: “Non ci sono più i contestatori di una volta. Non vi si sente. E basta farvi le canne“.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Tav, De Luca: “Clausola dissolvenza? A sentire i grillini pare un’operazione alla Giucas Casella. Governo sembra pollaio”

next