Attualità

Justine Mattera: “Non posso fare a meno del sesso. A quasi 50 anni mi pagano per correre, nuotare, andare in bici”

La influencer ed ex moglie di Paolo Limiti si è raccontata durante la trasmissione I Lunatici di Radio2

di Giuseppe Candela

Non posso fare a meno del sesso“, ha rivelato Justine Mattera a “I Lunatici”, il programma in onda su Radio 2 condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. La showgirl spopola sui social, in particolare su Instragram dove riceve richieste di ogni genere dai follower: “C’è qualcuno che mi chiede foto di piedi, o addirittura che vorrebbe vedere i capezzoli. Provo a essere diplomatica, ma non lo sono per niente. Instagram mi ha fatto rivalutare, mi ha dato un modo fantastico per lavorare tanto di più, mi ha fatto tornare in voga, stranamente, a 45 anni. Mi sono scoperta un’abile modella. Servono creatività e strategia, sono riuscita a fare un profilo che fa capire chi sono io davvero. Ironica, passionale. Ma anche molto professionale. Le foto sono sempre molto professionali. Ho una nuova vita da atleta, mai avrei pensato che a quasi 50 anni mi avrebbero pagato per correre, nuotare e andare in bici”.

Pubblica con frequenza foto molto sexy facendo ingelosire suo marito Fabrizio Cassata: “E’ molto geloso, recentemente abbiamo molto discusso, ha degli amici che fanno dei commenti e posso capire che diano fastidio. Così abbiamo fatto un compromesso, non esagero più di tanto, abbiamo fatto il compromesso degli slip, poi ho provato a dimenticarmene”.  Dal 2000 al 2002 era stata sposata con il conduttore Paolo Limiti, scomparso a giugno 2017: “Paolo era un grandissimo, aveva una grandissima conoscenza, una passione che trasmetteva molto abilmente al pubblico, ipnotizzava la gente. Quando l’ho conosciuto camminavo su Corso Sempione a Milano, ero con un fotografo che era suo amico. Mi diceva che sarei stata perfetta per lui, perché Paolo stava per fare un programma in Rai.”

Una conoscenza che ha favorito la sua carriera: “E’ stato un colpo di culo, lui mi ha visto e ha detto che sarei stata la sua valletta, perché ero uguale a Marilyn. Io pensavo di tornare negli Stati Uniti, invece feci questo provino. All’inizio mi avevano truccato male, lui si arrabbiò, mi fece ritruccare, e impazzì. Disse che senza l’americana non avrebbe fatto il programma. C’erano mille raccomandate, ma con questa somiglianza lui decise che il programma l’avrei dovuto fare io. L’amore? Io sono molto affascinata dall’intelligenza, dalle persone molto più grandi di me. Subisco il fascino degli intellettuali anziani. Lui mi aveva veramente stregata, con il suo carisma, con la sua sapienza, con i suoi racconti. Mi ha fatto innamorare con queste qualità, anche se so che tanta gente pensa che non sia vero. Lui non voleva figli, io sì. Lui voleva andare ad Alassio, io invece a Mykonos. Alla fine la differenza d’età era troppa, non ha funzionato. Ma siamo sempre rimasto molto amici. Era divertentissimo, ci facevamo delle grandi risate”, ha concluso la Mattera a Radio 2.

Justine Mattera: “Non posso fare a meno del sesso. A quasi 50 anni mi pagano per correre, nuotare, andare in bici”
Precedente
Precedente
Successivo
Successivo

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione