Impresa di Vanessa Ferrari nella coppa del mondo di ginnastica. Dopo un anno di stop per infortunio al tendine d’Achille, l’ennesimo della sua lunga carriera, l’azzurra è tornata a vincere una competizione internazionale dominando, con il miglior punteggio sia in qualifica sia in finale del corpo libero.

Il caporal maggiore dell’Esercito italiano ha trionfato nella sua disciplina preferita sul quadrato centrale della World Cup di Melbourne, prima Coppa del Mondo del 2019 valida per la qualificazione all’Olimpiade di Tokyo 2020 (le altre in programma quest’anno saranno a Baku e a Doha). Con 13.600 punti la 28enne di Orzinuovi ha sbaragliato la concorrenza mettendosi in tasca i primi preziosissimi punti per staccare il biglietto per i Giochi.

Foto di archivio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sci, Sofia Goggia trionfa nella discesa libera di Crans Montana: è la sua sesta vittoria di Coppa del Mondo in carriera

prev
Articolo Successivo

Piacenza non è solo la farsa della Pro in Serie C di calcio: il volley rinasce e vince con Zlatanov dg e Fei capitano

next