Al centro di molte polemiche per la sua vittoria al Festival di Sanremo 2019 con il brano “Soldi”, Alessandro Mahmoud, in arte Mahmood, madre sarda e papà egiziano, è l’ospite de “La Confessione” in onda su Nove venerdì 22 febbraio alle 22.45. Con il conduttore Peter Gomez, il cantante, nato e cresciuto a Gratosoglio, periferia sud di Milano, torna ad affrontare la discussione sulle reazioni scatenate dalla sua vittoria alla kermesse sanremese, a partire da quella del ministro dell’Interno. Dice Gomez: “Matteo Salvini, ha scritto sui social semplicemente, in apparenza, di preferire Ultimo, però, io che faccio il giornalista, ho letto tra le righe: ‘Mahmoud…Mah…’, insomma, tanti puntini di sospensione. Per molti è stato un modo per scatenare gli ultrà del razzismo“. L’autore di “Soldi” risponde sicuro, ribadendo la sua italianità al 100%: “Sì, per molti sì, ecco, per chi non si è informato bene perché io ho ripetuto più volte che sono un ragazzo nato e cresciuto a Milano, sono nato alla Mangiagalli, veda lei…”. “Su questo non c’è dubbio – ragiona il giornalista – ma lei ha avuto l’impressione che Salvini l’abbia fatto per scatenare gli ultrà o no?”. “Io credo che in realtà abbia semplicemente dato un giudizio di gusto – spiega Mahmood – Tutto qui, non ci voglio vedere il marcio mai nella gente, voglio sempre vedere il lato umano“. “Salvini le ha scritto un sms?”, domanda il direttore de Ilfattoquotidiano.it”. “Sì, mi ha scritto un messaggio, non me lo ricordo bene, mi ha scritto: ‘Complimenti per la sua vittoria, nonostante il brano non rientri nei miei gusti musicali, le auguro, ecc”, racconta il cantante che dice di avergli risposto così: “Grazie mille, avevo già pensato che non ci fosse un doppio significato nel suo giudizio, ma che fosse solo un giudizio di gusto, buonaserata’. Tutto qua”.

“La Confessione” (12 episodi per 30’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.