Cool & kitsch

Palmares della grazia a Paola Turci. Elegante, minimal, strachic: una vera regina. E sia detto con grande ammirazione, decolleté invidiabile. L’altra signora del Festival è Anna Foglietta: anche se è comparsa solo venerdì sera in puntata, la conduttrice del Dopofestival si candida a un ruolo di maggior rilievo l’anno prossimo. E’ bellissima, spigliata, si butta. Funziona anche quando azzarda battute un po’ banali sulla politica (ha bisogno di autori più sofisticati) e gesticola un po’ troppo. Imperdonabile la scelta del vestito di venerdì sera: un’inutile mortificazione della sua innata classe.

Sanremo 2019, le pagelle di Silvia Truzzi: sul podio del cattivo gusto Il Volo. Anna Ferzetti con tale Motedoro male al PrimaFestival

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Sanremo 2019, la classifica finale: solo quarta Loredana Berté, ultimi Nino D’Angelo e Livio Cori

next
Articolo Successivo

Sanremo 2019, Save Claudio Bisio: ecco perché il conduttore non merita questo trattamento da “ultimo della classe”

next