Ultim’ora: Luigi Di Maio ricoverato all’ospedale Gemelli a Roma“: è la notizia apparsa giovedì pomeriggio per pochi secondi sull’home page del sito di Repubblica, segnalata come “ultim’ora” ma rivelatasi poi infondata. A smentirla è stata lo stesso vicepremier Di Maio con un post sulla sua pagina Facebook: “Poco fa Repubblica ha messo in prima pagina un flash che mi voleva ricoverato al Gemelli. Ovviamente smentisco l’ennesima bufala di questo giornale. Sto benissimo! Anche se ora mi tocca fare gli scongiuri”, ha scritto pubblicando la foto del sito di Repubblica con la fake news.

Un’ora dopo è arrivata la rettifica del quotidiano che ha chiarito su Twitter quanto accaduto: “Per un disguido tecnico alle 17,29 su Repubblica.it  è apparsa una ultim’ora relativa al ricovero di Luigi Di Maio. Il titolo, che non doveva essere pubblicato in attesa di verificare la notizia, è rimasto in linea 24 secondi. Ce ne scusiamo con Di Maio e con i lettori”. Anche il direttore di Repubblica, Mario Calabresi, si è scusato con il vicepremier: “Mi scuso personalmente con Luigi Di Maio e con i lettori per un titolo pubblicato per errore – era una voce in attesa di essere verificata – ma rimasto in linea per 24 secondi (sempre troppi per una cosa non vera)”, si legge in un suo twit.

“Bastava guardare i miei social per vedere che sono ad Alleghe in Veneto assieme ai cittadini che sono stati colpiti dall’alluvione – ha aggiunto Di Maio -. Che serietà è pubblicare notizie non verificate? Questo è il livello dell’informazione italiana. Mi hanno chiamato amici e parenti preoccupati perché hanno visto la notizia che non è stata neppure rettificata. Ovviamente ho detto loro che è meglio non credere ai giornali di questi tempi, ma verificare direttamente sui miei social”, ha concluso il vicepremier.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Successivo

Rai2, Pd attacca Freccero: “Epurati Luca e Paolo per gag su Toninelli”. Ma il duo comico frena. Kessisoglu: “Esagerato”

next