È stato fermato, dalla polizia della contea di Fiume Tana, uno dei tre uomini ritenuti i rapitori della volontaria italiana Silvia Romano, sequestrata lo scorso 20 novembre a Chakama, nella contea di Kilifi, in Kenya. Lo riferisce l’edizione online del quotidiano Daily Nation citando una fonte della polizia. Il comandante regionale, James Akoru, ha confermato che l’azione è avvenuta domenica sera, attorno alle 19, nella località di Bangale.

Nell’operazione “sono stati recuperati un fucile AK-47, due riviste e circa cento pallottole“. La polizia non ha specificato dove sia detenuto il sospetto. Ibrahim Adan Omar era ricercato con altre due persone ancora a piede libero, Yusuf Kuno Adan e Said Adan Abdi. Su di loro c’è una taglia di un milione di scellini (circa 850 euro) per chiunque fornisca informazioni utili alla cattura.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Africa non è povera, anzi. Ma le multinazionali le stanno rubando tutta la ricchezza

next
Articolo Successivo

Saleem, il giornalista pakistano torturato e ucciso nel 2011 per le sue inchieste: “Su questa vicenda è calato il silenzio”

next