È stato fermato, dalla polizia della contea di Fiume Tana, uno dei tre uomini ritenuti i rapitori della volontaria italiana Silvia Romano, sequestrata lo scorso 20 novembre a Chakama, nella contea di Kilifi, in Kenya. Lo riferisce l’edizione online del quotidiano Daily Nation citando una fonte della polizia. Il comandante regionale, James Akoru, ha confermato che l’azione è avvenuta domenica sera, attorno alle 19, nella località di Bangale.

Nell’operazione “sono stati recuperati un fucile AK-47, due riviste e circa cento pallottole“. La polizia non ha specificato dove sia detenuto il sospetto. Ibrahim Adan Omar era ricercato con altre due persone ancora a piede libero, Yusuf Kuno Adan e Said Adan Abdi. Su di loro c’è una taglia di un milione di scellini (circa 850 euro) per chiunque fornisca informazioni utili alla cattura.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

L’Africa non è povera, anzi. Ma le multinazionali le stanno rubando tutta la ricchezza

prev
Articolo Successivo

Saleem, il giornalista pakistano torturato e ucciso nel 2011 per le sue inchieste: “Su questa vicenda è calato il silenzio”

next