Anche se ci sembra strano, perché forse non ci facciamo più caso, nel nostro Paese risiede il Papa, e anche se ci sembra strano, perché forse non ci facciamo più caso, il Papa si definisce il Vicario di Cristo in terra. Anche se ci sembra strano, la stragrande maggioranza di noi italiani si dichiara di religione cattolica. E anche se ci sembra strano nei testi evangelici è annunciato il Bene e il Male. Il Dio, signore delle Virtù, e il Demonio, o Satana, possente forza dell’oscurità. E anche se ci sembra strano, chi accoglie la fede cattolica dovrebbe lottare incessantemente con la sua pratica quotidiana perché il bene sconfigga il male, respinga il demonio (o Satana).

Anche se ci sembra strano c’è chi, credendo al Dio del bene, re dell’Universo, pensa che esista Satana, come gli hanno detto fin da piccolo. E lo mette anche per iscritto in un libro, come ha fatto Cristiano Ceresani. Il quale non solo è un fervente cattolico, ma anche il capo di gabinetto del ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana, leghista e cattolico integralista. Ma, anche se ci sembra strano e forse ci delude, in questo caso né Fontana né la Lega hanno responsabilità alcuna. Ceresani pensa quel che molti degli italiani, se davvero avessero la fede che dicono di professare, dovrebbero credere. E il fatto che – parlando dei mutamenti climatici – abbia richiamato, da un punto di vista teleologico, Satana per illustrare le ragioni che portano l’uomo a distruggere il Creato, non dovrebbe spingerci a ironizzare ma a ricordarci che, al tempo in cui andavamo a catechismo, il pericolo del demone era tra le nostre quotidiane afflizioni. Solo che loro l’hanno dimenticato, e Ceresani no (tra l’altro è uno stimato consigliere parlamentare, ha guidato lo staff di segreteria della presidenza Gentiloni, ed è stato chiamato nei precedenti governi di centrosinistra).

I social zeppi di battute sull’età del Medioevo al governo. Quando l’ignoranza è tanta, e la strumentalità delle prese di posizione così evidente, verrebbe voglia, anche da chi – come chi scrive – non crede a Dio, figurarsi alla Lega, di applaudire Ceresani. Almeno sa di quel che parla.