Cambio al timone di SkyTg24. Giuseppe De Bellis sarà il nuovo direttore dall’1 gennaio 2019. Il giornalista barese prenderà il posto di Sarah Varetto, alla guida del canale all-news da 8 anni. Classe 1977, De Bellis era condirettore vicario di Sky Sport dall’inizio del 2018 e negli scorsi anni ha guidato il mensile GQ dopo una lunga esperienza nella redazione de Il Giornale.

Varetto, che guiderà Sky Tg24 fino al 31 dicembre, nel nuovo ruolo di Executive vice president News Projects Development per l’Europa avrà la responsabilità di identificare e analizzare le opportunità di sviluppo delle news nel contesto continentale in cui Sky opera, allo scopo di rafforzare la presenza e l’identità del brand nei vari territori.

Si occuperà di definire progetti operativi per nuovi contenuti editoriali sulle diverse piattaforme, con particolare attenzione all’evoluzione tecnologica in corso nel mondo dell’informazione. Oltre a questo, Varetto manterrà anche una presenza a Sky TG24, attraverso la conduzione di programmi e speciali e con un ruolo di editorialista, in coordinamento con la nuova direzione del canale.

“Voglio ringraziare entrambi per aver accettato con entusiasmo queste nuove sfide, che sono certo sapranno interpretare al meglio grazie all’esperienza maturata nel loro percorso di carriera”, ha commentato il ceo Andrea Zappia, che lunedì è stato nominato alla guida del gruppo europeo al di fuori di Regno Unito e Irlanda. Il tassello lasciato libero da Zappia – secondo indiscrezioni de Il Sole 24ore – potrebbe essere ricoperto da Marzio Perrelli, nominato neanche dieci giorni Executive vice president di Sky Sport, alla guida di tutta l’offerta sportiva del gruppo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rai, le nomine dei direttori di rete in cda: Bulbarelli a Rai sport. Preziosi a Rai Parlamento

prev
Articolo Successivo

Rai, via libera alle nomine dei direttori di rete: De Santis a Rai1, Freccero a Rai2

next