Un estratto del documentario “L’Aula di Montecitorio. Un Secolo tra Arte e Storia” prodotto da Sky Arte e realizzato da Tiwi, presentato ieri nell’Aula dei Gruppi Parlamentari, in occasione delle celebrazioni del centenario dell’Aula della Camera dei Deputati.

Durante la presentazione è intervenuto il Presidente della Camera Roberto Fico: “Quello che ho vissuto questa mattina – ha detto – è stato un momento molto bello, è un vero onore essere presidente della Camera durante le celebrazioni del centenario dell’Aula. Non dobbiamo mai dare per scontata la nostra democrazia, tutto quello che abbiamo oggi lo abbiamo costruito con fatica, metro per metro. La democrazia è un corpo vivo e va costruito dentro e fuori dal Parlamento. Una democrazia può dirsi completa solo quando tutti hanno un minimo standard di vita e possibilità di scelta. Sono felice e onorato di essere qui e ringrazio Sky che ha girato e prodotto questo documentario”.

Andrea Zappia, Amministratore delegato di Sky Italia, ha ringraziato “il Presidente e la Camera per averci ospitato questa stasera e aver condiviso il nostro progetto che per noi è molto importante perché è stata un’altra occasione di collaborare con le istituzioni del nostro Paese. L’abbiamo fatto con straordinario desiderio di aiutare le persone a comprendere la storia meravigliosa che c’è dietro questa Camera, che è una storia non soltanto architettonica perché essa rappresenta il luogo dove la democrazia viene in maniera principale esercitata e verso cui le aspettative di noi cittadini sono rivolte. Abbiamo creduto fin da subito – ha continuato Zappia – in questo documentario e andremo avanti sperimentando ed innovando, sviluppando contenuti che, come questo, valorizzano la ricchezza, l’unicità e la bellezza del nostro Paese”.

Il documentario, in onda in prima visione su Sky Arte sabato 24 novembre alle 21.15, racconta – attraverso le voci di storici e critici dell’arte, architetti, artisti e rappresentanti delle istituzioni – la storia dell’Aula progettata dall’architetto Ernesto Basile e inaugurata il 20 novembre 1918. Il viaggio parte dall’emiciclo, prosegue alla scoperta del ricchissimo archivio conservato nel palazzo di San Macuto e giunge fino a Palermo, patria dell’architetto e capitale del modernismo mediterraneo, per ritornare infine ai luoghi simbolo di Montecitorio.