Centinaia di chili di eroina erano nascosti all’interno di container provenienti dall’Iran arrivati al porto di Genova. Li ha scoperti la Polizia assieme all’Agenzia delle Dogane, al termine di una lunga indagine che ha portato a compiere il più grande sequestro di eroina degli ultimi venti anni: 270 chili di droga pronti per essere immessi sul mercato. L’operazione, coordinata dalla Dda, è nata dallo scambio di informazioni tra la Direzione centrale per i servizi antidroga e il Servizio centrale operativo (Sco).

Una volta sequestrata la droga, la Polizia ha organizzato ed eseguito la prima consegna controllata dell’eroina fuori dall’Italia: sotto il coordinamento del Servizio di cooperazione internazionale di polizia e di Eurojust, sono state coinvolte le forze dell’ordine e le autorità giudiziarie di Svizzera, Francia, Belgio ed Olanda, dove l’operazione si è conclusa con l’arresto di due persone.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cska Mosca-Roma, ancora scontri tra le due tifoserie: gli ultrà russi fanno irruzione nell’hotel dei romanisti

prev
Articolo Successivo

Droga, sequestro record al porto di Genova: trovati 270 kg di eroina. La Polizia consegna carico all’estero per nuovi arresti

next