Maschera
La parte più divertente della K-Beauty routine è sicuramente la maschera: esistono in gel, in tessuto, in crema, per non parlare dei patch per il contorno occhi o per le labbra. Esistono quelle che fanno le bolle una volta applicate e quelle da tenere tutta la notte. Per chi va di fretta invece ci sono formulazioni che agiscono in trenta secondi netti. Le più famose sono le Tony Moly, disponibili in mille colori e formulazioni: a ciascuno la sua.

INDIETRO

Bellezza, è Corea-mania: dalle maschere in tessuto all’essenza, la guida al rituale asiatico passo dopo passo

AVANTI
Articolo Precedente

Donatella Versace apre il suo guardaroba: “Me lo avete chiesto in tanti…”. Il risultato? Giudicate voi

next
Articolo Successivo

Dolce&Gabbana in Cina, in un video promo la modella mangia un cannolo e una voce commenta: “E’ troppo grande per te?”. E’ polemica. Il marchio: “Vittime degli hacker”

next