Asia Bibi è stata scarcerata ed è stata trasferita, per motivi di sicurezza, dal Punjab in una località segreta della capitale Islamabad. La donna pakistana cristiana era stata condannata a morte per blasfemia e poi assolta dalla Corte suprema. A confermare la notizia sia fonti ufficiali pakistane che l’avvocato della donna, Saif-ul-Malook. “Mi è stato detto che è su un aereo, nessuno sa dove atterrerà”, ha affermato il legale.

Dopo la sentenza di assoluzione della Corte suprema, i musulmani integralisti hanno protestato violentemente per tre giorni in Pakistan, bloccando il Paese. Il marito della donna ha chiesto l’aiuto dell’Italia e si starebbe valutando la richiesta di concederle l’asilo politico. Per il momento Asia Bibi non può lasciare il Paese a causa di un ricorso presentato dagli estremisti islamici che chiedono di rivedere la decisione del 31 ottobre. La richiesta di revisione della sentenza è il frutto di un accordo raggiunto dal governo del premier Imran Khan con i gruppi radicali islamici e gli estremisti sunniti di Tehreek-e-Labbaik dopo tre giorni di proteste.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Midterm Usa, Trump perde il mito di “invincibile”. I suoi messaggi conquistano l’America rurale. Ma la piccola borghesia (anche repubblicana) gli volta le spalle

next
Articolo Successivo

Midterm, la prima mossa di Trump dopo il voto: caccia il ministro della Giustizia Jeff Sessions

next