A parlare è Giulia Sarti, parlamentare del Movimento 5 Stelle, al microfono del giornalista Luca Sommi nel corso di “Punto esclamativo”, il primo talk politico in diretta su Facebook. “Abbiamo uno statuto che dice: ‘in caso di condanna in primo grado per determinati reati le dimissioni dall’incarico sono un atto dovuto’”. Incalza Sommi: “Se il 10 novembre dovesse essere condannata la sindaca di Roma Virginia Raggi cade la giunta?” e per Giulia Sarti la risposta è una sola: “Andrebbe tutto in mano ai garanti del M5S e poi la decisione verrebbe presa, ma sarebbe un atto dovuto, e un comportamento dovuto”.

“Punto esclamativo” è una produzione Loft, ogni mercoledì in diretta Facebook.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Enigate, arriva in libreria il nuovo libro inchiesta di Claudio Gatti sulle tangenti internazionali che l’Ente pubblico è accusato di aver pagato

next
Articolo Successivo

La Confessione, Oscar Farinetti su Nove: “Renzi? Un fuoriclasse. Non ha lasciato la politica dopo il referendum? Però si è dimesso”

next