A parlare è Giulia Sarti, parlamentare del Movimento 5 Stelle, al microfono del giornalista Luca Sommi nel corso di “Punto esclamativo”, il primo talk politico in diretta su Facebook. “Abbiamo uno statuto che dice: ‘in caso di condanna in primo grado per determinati reati le dimissioni dall’incarico sono un atto dovuto’”. Incalza Sommi: “Se il 10 novembre dovesse essere condannata la sindaca di Roma Virginia Raggi cade la giunta?” e per Giulia Sarti la risposta è una sola: “Andrebbe tutto in mano ai garanti del M5S e poi la decisione verrebbe presa, ma sarebbe un atto dovuto, e un comportamento dovuto”.

“Punto esclamativo” è una produzione Loft, ogni mercoledì in diretta Facebook.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Enigate, arriva in libreria il nuovo libro inchiesta di Claudio Gatti sulle tangenti internazionali che l’Ente pubblico è accusato di aver pagato

prev
Articolo Successivo

La Confessione, Oscar Farinetti su Nove: “Renzi? Un fuoriclasse. Non ha lasciato la politica dopo il referendum? Però si è dimesso”

next