Si è aperta a Firenze la nona edizione della Leopolda, la kermesse di Matteo Renzi. L’ex segretario ha scelto un’entrata trionfale, da ‘star’, in mezzo ai militanti che lo applaudivano e lo abbracciavano. Poi, una volta sul palco, si è lanciato in una battuta ironica contro il Fatto Quotidiano, mentre la sua base lo acclamava invocando il suo nome “Matteo, Matteo”. “State buoni, tanto domani il Fatto scriverà che osannavate Salvini“, ha rivendicato sarcastico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Pace fiscale, oggi il Cdm della verità: si media sul condono. L’incognita del rapporto tra Di Maio e Salvini

prev
Articolo Successivo

Leopolda, Renzi contro tutti: dai dirigenti Pd “beneficiati e rancorosi” al governo di “cialtroni”. Poi rilancia: “Non starò zitto”

next