Partiti in cerca di un lavoro. Gli emigranti esistono anche in Italia. Vanno verso il nord del Paese, verso l’Europa, verso l’America. Lasciano la famiglia come a inizio Novecento, con una ideale “valigia di cartone”. Ecco alcune delle loro storie raccontate a valigiadicartone.ilfatto@gmail.com

Fogli bianchi destinati all’oblio. Ecco cosa siamo.
Fogli bianchi ecco
cosa siamo
imbrattati dall’inchiostro anonimo
del destino qualunque.
Accatastati e inermi
nei vagoni dei lunghi addii;
risme smisurate
di speranze torturate
malmenate, violentate, calpestate
e persino dimenticate
negli scaffali polverosi
della segreteria dell’attesa vana…
è caduto un foglio pulito da ogni pretesa
l’ho rimesso a posto
sporcandolo di amarezza e disillusione
ora sono anch’io tra quegli scaffali!

Eugenio Lucarelli emigrato in Svizzera

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“In Australia ho iniziato una carriera a 53 anni. Qui sembra casa: è pieno di italiani”

next
Articolo Successivo

“New York mi ha dato tutto, sono quasi un americano doc. Eppure torno in Italia”

next