“È stato chiesto a Clinton se si sia scusato personalmente con lei e lui ha risposto di essersi scusato pubblicamente. Si aspetta ancora delle scuse, delle scuse personali?”. È questa la domanda – la prima dell’intervista – che la giornalista Levi Yonit ha rivolto a Monica Lewinsky, ospite a Gerusalemme per un convegno sul cyberbullsimo. “Mi spiace, non sono in grado di farlo” ha risposto Lewinsky, che evidentemente scossa si è alzata e ha abbandonato il palco tra lo stupore della giornalista e dei presenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, apre la casa delle bambole hot. 80 euro per mezz’ora di sesso (e c’è anche il bambolo)

next
Articolo Successivo

Lecco, la lezione di civiltà degli sposi tedeschi dopo il matrimonio: paletta e scopa in mano, ecco cosa fanno

next