“È stato chiesto a Clinton se si sia scusato personalmente con lei e lui ha risposto di essersi scusato pubblicamente. Si aspetta ancora delle scuse, delle scuse personali?”. È questa la domanda – la prima dell’intervista – che la giornalista Levi Yonit ha rivolto a Monica Lewinsky, ospite a Gerusalemme per un convegno sul cyberbullsimo. “Mi spiace, non sono in grado di farlo” ha risposto Lewinsky, che evidentemente scossa si è alzata e ha abbandonato il palco tra lo stupore della giornalista e dei presenti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Torino, apre la casa delle bambole hot. 80 euro per mezz’ora di sesso (e c’è anche il bambolo)

prev
Articolo Successivo

Lecco, la lezione di civiltà degli sposi tedeschi dopo il matrimonio: paletta e scopa in mano, ecco cosa fanno

next