Un aereo della Alaska Airlines è decollato, nella notte, senza autorizzazione dall’aeroporto internazionale Seattle-Tacoma per poi andare a schiantarsi dopo circa un’ora di volo nello stato di Washington, vicino all’isola di Puget Sound.
Il velivolo, un’elica bimotore Bombardier Q400 da 76 posti, è stato inseguito e intercettato da due F-15 e numerose persone hanno assistito alla scena. In un primo momento si temeva che a bordo ci fossero altre persone e che si potesse trattare di un atto terroristico. Le autorità locali, tuttavia, hanno escluso l’ipotesi. A bordo dell’Horizon Air Q400, infatti, c’era solamente un dipendente della compagnia, un meccanico, che si è suicidato. In un audio della torre di controllo, si sente l’uomo, 29 anni, che scherza con i controllori del traffico aereo dicendo che stava per finire in prigione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, arrestato il miliardario co-fondatore di Broadcom: spaccio di droga. Nella stanza d’hotel stupefacenti di ogni tipo

next
Articolo Successivo

Romania in piazza contro la corruzione: in migliaia rientrano dall’estero. Ed è crisi istituzionale governo-capo dello Stato

next