Vestito di nero, a volto scoperto, con un cappellino in testa. Si avvicina a passo calmo ad un edificio, estrae la pistola e fa fuoco uccidendo una persona e ferendone 13, una delle quali – una ragazza – versa in condizioni critiche. C’è un filmato amatoriale, postato sui social network, che ricostruisce le fasi più drammatiche di una sparatoria avvenuta nel quartiere Greektown di Toronto, in Canada.

Anche l’attentatore è morto, colpito durante lo scontro a fuoco con le forze dell’ordine. L’altra vittima è una giovane donna, ha detto il capo della polizia Mike Saunders, aggiungendo che è ancora presto per sapere quali motivazioni abbiano spinto l’uomo a sparare contro decine di persone. “Al momento è prematuro parlare di terrorismo“, sottolineano fonti di polizia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Malta, scagionato il premier Muscat: “Nessuna prova che colleghi società citata in Panama Papers alla sua famiglia”

prev
Articolo Successivo

Usa-Iran, Trump a Rohani: “Non ci minacciate o conseguenze mai viste”. Teheran replica: “Stupido e incapace”

next