“Per il 2018 non cambiamo gli obiettivi, si vedrà a consuntivo. Riteniamo che non ci sarà nessun allargamento del bilancio e nessuna restrizione nel senso di manovra correttiva. Sul 2019, ho ripetuto a Moscovici che ho preso l’impegno di proseguire nel percorso di riduzione del rapporto debito/Pil. Non ci sarà nessuna inversione di tendenza per quanto riguarda l’aggiustamento strutturale”. Così Giovanni Tria, ministro dell’Economia e delle Finanze, in conferenza stampa dopo l’Eurogruppo e l’Ecofin di questi due giorni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

“Parola al Presidente. Ah, è vero, sono io”. La gaffe di Emanuele Fiorini (Lega) fa esplodere il Consiglio comunale

next
Articolo Successivo

Governo, D’Alema: “Lega di oggi ha venature neofasciste, M5s è di tutt’altra pasta. Pd ha consegnato il Paese a Salvini”

next