Rita Pavone attacca i Pearl Jam sui migranti e accende un dibattito in cui si infila anche la politica italiana, almeno una parte. Tutto nasce dalla polemica sollevata dalla cantante dopo il concerto allo Stadio Olimpico di Roma, durante il quale il gruppo guidato da Eddie Vedder ha cantato il brano “Imagine”, accompagnandolo con un messaggio al governo italiano, tramite gli hashtag #Apriteiporti e #Saveisnotacrime (Salvare non è un crimine).

La Pavone ha risposto a un tweet che riportava la notizia, invitando i Pearl Jam a “farsi i fatti loro” e consigliando alla band di imparare a comportarsi da ospiti: “Ai Cip e Ciop che prendono lucciole per lanterne e sparano bordate idiote solo per darsi un contegno da chi conosce il mondo a menadito – ha scritto la cantante – e magari non è mai andato al di là dei 200 km da casa propria, rispondo che ritengo poco etico e altamente opportunistico approfittare di un proprio concerto per dare consigli, pur cantando una meravigliosa canzone ad altri”.

Una posizione, quella della cantante, che ha provocato attacchi e ironia sui social, ma anche l’appoggio del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Onore a lei che non si inchina al pensiero unico”, ha scritto su Facebook il leghista.

E poche ore dopo è arrivato anche la reazione della presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che ha commentato con lo stesso tono della cantante lo spettacolo della band: “Diamo ascolto ai Pearl Jam: andiamo a prendere i barconi degli immigrati e portiamoli al party esclusivo degli stessi Pearl Jam organizzato nei prossimi giorni in Costa Smeralda”.

A queste polemiche, si aggiunge quella di Ivo Zoncu, ex amministratore locale di Fratelli d’Italia ed ex sindaco di Riola Sardo, che in un post su Facebook ha addirittura chiesto al ministro dell’Interno l’arresto per la band di Seattle. “Salvini arresta Pearl Jam: i complici degli assassini che commerciano carne umana, devono essere imprigionati tutti: giornalisti, artisti, religiosi, pseudopolitici, pseudo uomini di legge, pseudo scrittori. I complici degli schiavisti devono essere arrestati!”.