Il censimento dei Rom di cui ha parlato il ministro Salvini? E’ soltanto un monitoraggio approfondito di quello che c’è all’interno dei campi Rom”. Così a Otto e Mezzo (La7) il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, motiva le discusse dichiarazioni del leader della Lega. E aggiunge: “E’ quello che le nostre sindache Appendino e Raggi hanno fatto a Torino e Roma. Vuol dire andare dentro ai campi, vedere chi c’è, quanto dichiara, quanti soldi ha effettivamente, se c’è chi non dichiara nulla e magari ha la Mercedes sotto casa”. “Come anche succede a tanti italiani” – ribatte la conduttrice Lilli Gruber – “Comunque, mi sembra di aver capito che Salvini parlasse di censimento”. “Parliamo di censimento nel senso di monitoraggio”, ribadisce il ministro M5s. Antonio Padellaro de Il Fatto Quotidiano osserva: “Abbiamo capito che si tratta di censimento. Ma io vorrei capire un’altra cosa: lei è una persona garbata e civile. Come fate voi del M5s a tollerare che ci sia un ministro dell’Interno che dica che “purtroppo i Rom italiani ce li dobbiamo tenere” o che parli di pacchia e strapacchia degli immigrati o che usi il termine ‘crociera’ per i migranti sulla nave Aquarius, approdata a Valencia grazie al governo spagnolo? Non vi rendete conto del danno che il ministro Salvini, continuando a fare il leader della Lega, sta provocando al governo e all’immagine del governo? E voi state zitti”. “No” – risponde Bonafede – “A me interessano le azioni del governo, che sono quelle di garantire la legalità rispetto al fenomeno dell’immigrazione. La nostra azione è assicurare che l’Italia smetta di portare sulle proprie spalle il peso dell‘immigrazione, a causa della sua posizione geografica”. “Questo lo diceva anche il ministro Minniti” – ribatte Padellaro – “ma non sosteneva: ‘E’ finita la pacchia’. Il ministro dell’Interno è un ministro di garanzia”. Bonafede continua a difendere Salvini, sottolineando che il ministro dell’Interno si è espresso in termini di azioni di governo. Poi aggiunge: “L’Italia finalmente sta alzando la testa e sta camminando a testa alta. Finora ha subito il fenomeno immigrazione, a vantaggio degli altri Paesi europei che se ne sono altamente fregati”. “Ma perché dice questo?” – replica Padellaro – “Siamo per caso stati sudditi di governi che ci hanno fatto camminare a testa bassa? Io rappresento un giornale che ha detto qualunque cosa sul governo Renzi e sugli esecutivi precedenti, però non mi sono mai sentito umiliato come cittadino italiano. Questo glielo devo dire. Perché usa questo linguaggio che, peraltro, non le appartiene? Richiama un antico e triste passato. Vi posso suggerire di usare il vostro linguaggio, che è migliore di quello della Lega?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Rom, Mentana commenta le dichiarazioni di Salvini in diretta tv: “Censimento? Guardate questa immagine”

next
Articolo Successivo

Lega, gaffe del sottosegretario alle Infrastrutture Siri: “Toninelli? Non è ministro”

next