Due anni fa lo definì “cane stupido” aggiungendo che gli avrebbe volentieri tirato un pugno. Ier Robert De Niro si è scagliato nuovamente contro Donald Trump. Nel corso della cerimonia di consegna dei Tony Awards, ieri sera in diretta televisiva dal Radio City Music Hall di New York, ha utilizzato quella che i media americani definiscono “la bomba F”: chiamato a presentare sul palco Bruce Springsteen, l’attore premio Oscar ha senza preamboli affermato: “Voglio dire una cosa. Fuck Trump“, la cui traduzione è ‘Vaffan… Trump’. E quando il pubblico per questo gli ha tributato una standig ovation, l’attore ha concesso il bis, sostenendo che “non è più abbasso Trump, è fuck Trump”.

La Cbs che trasmetteva l’evento è stata rapida a coprire la parolaccia con beep, ma la cosa ha avuto comunque una ampio risalto sulla stampa. Sempre nel 2016 l’attore dichiarò che non potendo prenderlo a pugni, sarebbe emigrato in Italia. De Niro nel maggio scorso aveva inoltre sostenuto che se il presidente si presentasse in uno dei suoi ristoranti verrebbe inesorabilmente messo alla porta.