HMD Global ha annunciato l’arrivo anche sul mercato italiano del suo top di gamma, il Nokia 8 Sirocco, versione rinnovata a partire dal design del modello presentato a settembre.

Il Nokia 8 Sirocco presenta un design con cornici ridotte al minimo e bordi verticali curvi, vedendo il corpo in acciaio del dispositivo rivestito per il 95 per cento di Gorilla Glass 5; monta un display pOLED da 5,5″ con risoluzione QHD, un SoC Snapdragon 835, 6GB di RAM e 128GB di memoria interna, e batteria da 3260mAh. Il comparto fotografico vede al posteriore una doppia fotocamera con lenti ZEISS e sensori da 12MP (con apertura f/1.7) su quella “standard” e 13MP (apertura f/2.6) su quella dotata di zoom ottico 2x. Sul frontale invece è presente una fotocamera da 5MP; come per il suo predecessore è disponibile la funzionalità “Dual Sight” che permette di eseguire scatti o riprese video utilizzando in contemporanea la fotocamera anteriore e la fotocamera principale posteriore, sia in modalità split screen che in modalità Picture-in-Picture.

Anche il Nokia 8 Sirocco, come l’intera nuova generazione di smartphone HMD a marchio Nokia, aderisce al programma Android One e monta a bordo del dispositivo la versione 8.0 del sistema operativo di Google, senza customizzazioni (se si esclude il software della fotocamera), e 2 anni garantiti di aggiornamenti di sicurezza.

Nokia 8 Sirocco debutta sul mercato italiano, nella sola colorazione nera, con un prezzo di listino di  799,99€, a nostro parere un po’ alto considerando l’utilizzo di un SoC della scorsa generazione invece del più recente chip di Qualcomm (Snapdragon 845) utilizzato nei top di gamma concorrenti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

State of Decay 2, tra zombie e paesaggi post apocalittici arriva il nuovo capitolo del survival di Undead Labs

prev
Articolo Successivo

Pokémon: Let’s Go, Pikachu! & Let’s Go, Eevee! – i nuovi titoli della saga in arrivo su Switch a Novembre

next