Al Festival di Cannes 2018 l’Italia ha già vinto un premio. La strada dei Samouni di Stefano Savona (qui la recensione) ha vinto l’Oeil d’or come Miglior Documentario. In sala in autunno distribuito dalla Cineteca di Bologna, il documentario – presentato alla Quinzaine des Réalisateurs – è stato premiato “per l’intelligenza e la giusta distanza del punto di vista, per la delicatezza del suo sguardo, il brillante e sottile utilizzo delle animazioni e per la forza della sua proposta narrativa”.

La Palma d’oro e tutti gli altri premi saranno assegnati questa sera e dalla Francia arriva la notizia non ufficiale che i cast di Dogman di Matteo Garrone e di Lazzaro felice di Alice Rohrwacher sono stati richiamati. I due film erano stati a lungo applauditi in tutte proiezioni, ma se l’Italia porterà a casa un altro premio lo sapremo solo fra poche ore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

The Man Who Killed Don Quixote, anarchico, folle e coloratissimo il film “maledetto” di Terry Gilliam 

prev
Articolo Successivo

Cannes 2018, i vincitori. La palma d’oro va in Giappone. Migliore attore Marcello Fonte per Dogman, migliore sceneggiatura per Alice Rohrwacher

next