Aston Martin DB11 AMR: il nuovo bolide da sogno della casa inglese è servito. Si tratta della versione più sportiva della nobile GT del marchio, come testimoniano i suoi numeri d’eccezione: sotto al cofano c’è un motore V12 biturbo di 5,2 litri di cilindrata, 639 cavalli di potenza massima e ben 700 Nm di coppia motrice.

Un oceano di esuberanza messo a terra dalla trasmissione con cambio automatico ZF a otto marce e dalla trazione posteriore. Le prestazioni sono fulminee: lunga 4,75 metri e larga quasi 2, l’auto copre il canonico zero-cento in 3,7 secondi e tocca una velocità massima di 334 km/h. Generosa la gommatura: i cerchi in lega da 20″ calzano pneumatici 255/40 all’anteriore e 295/35 al posteriore.

Rispetto alla DB11 “liscia”, la AMR presenta diversi particolari in fibra di carbonio, come lo spoiler anteriore e le calotte degli specchietti retrovisori. Inoltre questa GT può essere opzionata con tre colorazioni dedicate e in una variante a tiratura limitata (100 esemplari) in livrea “Stirling Green”, con dettagli cromatici specifici.

All’interno trionfano Alcantara, pelle con cuciture a contrasto e finiture in fibra di carbonio. Il sistema di bordo prevede due display: quello da 12,1 pollici della strumentazione e quello touch da 8″ dell’infotainment, pienamente compatibile con smartphone. Il prezzo, purtroppo, è per pochi: oltre 220 mila euro.