L’ex campionessa italiana di ciclocross Ilaria Rinaldi è stata trovata morta lunedì mattina nella sua abitazione di Gambassi Terme, in provincia di Firenze. Quando i carabinieri sono arrivati a casa dell’atleta 33enne hanno ritrovato delle tracce di oppiacei.

La procura di Firenze ha aperto un’indagine per capire le cause del decesso e ha disposto l’autopsia, che verrà eseguita nel reparto di medicina legale dell’ospedale Careggi del capoluogo toscano. Rinaldi, dopo aver conquistato il titolo di campionessa italiana under 23 di ciclocross nel 2007, venne trovata positiva al testosterone in una gara Elite under 23 a Zeulenroda, in Germania. L’episodio le costò una squalifica di due anni per doping.

Abbandonato l’agonismo nel 2010, aveva iniziato a lavorare in uno studio grafico, senza mai mettere da parte la passione per il ciclismo. Aveva continuato a correre nelle gare di gran fondo, vincendo il Giro del Granducato di Toscana e la Gran Fondo Charly Gaul.