L’ex campionessa italiana di ciclocross Ilaria Rinaldi è stata trovata morta lunedì mattina nella sua abitazione di Gambassi Terme, in provincia di Firenze. Quando i carabinieri sono arrivati a casa dell’atleta 33enne hanno ritrovato delle tracce di oppiacei.

La procura di Firenze ha aperto un’indagine per capire le cause del decesso e ha disposto l’autopsia, che verrà eseguita nel reparto di medicina legale dell’ospedale Careggi del capoluogo toscano. Rinaldi, dopo aver conquistato il titolo di campionessa italiana under 23 di ciclocross nel 2007, venne trovata positiva al testosterone in una gara Elite under 23 a Zeulenroda, in Germania. L’episodio le costò una squalifica di due anni per doping.

Abbandonato l’agonismo nel 2010, aveva iniziato a lavorare in uno studio grafico, senza mai mettere da parte la passione per il ciclismo. Aveva continuato a correre nelle gare di gran fondo, vincendo il Giro del Granducato di Toscana e la Gran Fondo Charly Gaul.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il surf a Praia do Norte è spettacolare, ma quando il drone incontra l’onda gigante…

prev
Articolo Successivo

Juve-Real, standing ovation e applausi per il gol in rovesciata di Cristiano Ronaldo. Lui ringrazia i tifosi bianconeri

next