Uomini armati hanno attaccato la sede dell’accademia militare di Kabul, capitale dell’Afghanistan. L’attacco è iniziato intorno alle 5 di lunedì mattina(ora locale) alla Marshal Fahim National Defense University di Kabul. Ancora non è chiara la dinamica dell’incidente ma secondo quanto riferiscono i media locali ci sarebbero almeno 11 soldati morti e 16 feriti. L’attacco è stato rivendicato dall’Isis e segue quello di sabato scorso ad opera dei Talebani“.

Il commando armato, di almeno 5 uomini, ha tentato di entrare nella struttura, un immenso complesso di oltre 40 ettari situato nella parte occidentale della capitale afghana in cui vengono addestrati gli ufficiali dell’esercito. Due kamikaze si sono fatti esplodere all’esterno, mentre gli altri cercavano di entrare. Le forze speciali dell’esercito sono riuscite a bloccare e isolare l’intera area adiacente. Lo scontro è andato avanti per almeno 5 ore. Oltre ai due kamikaze che si sono fatti saltare in aria, altri due terroristi sono stati uccisi dalle forze di sicurezza, mentre il quinto è stato arrestato. A riferirlo è il portavoce del ministero della Difesa, Dawlat Waziri.

L’Isis ha rivendicato l’attentato mentre era ancora in corso: “I combattenti dello Stato islamico hanno preso di mira l’accademia militare nella città di Kabul in un attacco suicida”, ha fatto sapere tramite il suo organo di propaganda, l’agenzia stampa Amaq.  L’accademia militare Maresciallo Marshal Fahim era stata attaccata anche a ottobre e all’epoca erano morti 15 cadetti dell’esercito che stavano lasciando il complesso, situato a piazza Qambar. Nelle ultime due settimane, Kabul è stata teatro di una serie di attentati, quasi giornalieri, il penultimo dei quali, sabato, è stato il più grave da diversi mesi.