Sono almeno 103 i morti e 235 le persone ferite in un attentato kamikaze nel centro di Kabul, rivendicato dai talebani. L’attacco suicida è avvenuto sabato mattina nei pressi della vecchia sede del ministero dell’Interno. L’edificio ora ospita l’Alto Consiglio di pace (Hpc) e sorge nei pressi di un ospedale e numerosi negozi. L’esplosione ha causato gravi danni agli edifici, alle auto e alle infrastrutture nella zona di Sedarat Square, vicino alla nota Chicken Street. Nella zona si trovano anche gli uffici dell’Unione europea e di un’agenzia di intelligence afghana, gli uffici del Dipartimento nazionale della sicurezza e le ambasciate di India, Indonesia e Svezia.

Per portare l’esplosivo i talebani hanno usato un’ambulanza, lanciata a quanto pare contro un auto della polizia. Il portavoce ministeriale, Nusrat Rahimi, ha indicato a Tolo Tv che l’autobomba è saltata in aria dopo aver superato il primo check-point. L’attentatore avrebbe colpito la vettura con a bordo i poliziotti mentre stavano portando un paziente all’ospedale di Jamhoriat.

La situazione è altamente critica nelle strutture ospedaliere della zona, dove le centinaia di feriti – molti in condizioni critiche – sono stati soccorsi. “Un massacro“,  lo ha definito Dejan Panic, coordinatore in Afghanistan di Emergency, che si sta occupando delle cure di oltre 70 persone colpite dall’attentato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Davos, Donald Trump: “Serve sistema commerciale equo. Metterò sempre l’America al primo posto”

prev
Articolo Successivo

Iraq, 8 persone uccise per errore da un elicottero americano. Anche 11 feriti

next