“Noi con i no global del Tap? Sono dutti dossier contro di noi che poi diventano bolle di sapone, l’autonomia energetica dell’Italia è importante e c’è bisogno di programmazione. Nel nostro programma al 2050 usciamo dalle fossili e dal 2021 dal carbone e usiamo il gas come strumento di transizione. Per l’Italia non serve la Tap ma un piano energetico nazionale pluriennale”. Così Luigi Di Maio a margine di un convegno sull’acqua a Roma.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sicurezza, Salvini: “Berlusconi? Nessun tavolo con chi protegge gli stupratori”

prev
Articolo Successivo

Raggi e Boschi all’Opera di Roma: perché il loro stile è una questione politica

next