Il buon andamento del mercato continentale dell’auto è proseguito anche a novembre. Il mese scorso le vendite in Europa sono aumentate del 5,9% rispetto a novembre 2016, anche in considerazione del fatto che c’è stato un giorno lavorativo in più. Alla fine, le immatricolazioni sono state 1.216.702.

La crescita è dovuta alle buone performance dei mercati principali: mostrano infatti il segno positivo la Spagna (+12,4%), la Francia (+10,3%), la Germania (+9,4%) e l’Italia (+6,8%). L’unica nota negativa rimane quella del Regno Unito, all’ottavo mese consecutivo di contrazione: -11,2%.

Nei primi undici mesi dell’anno le immatricolazioni in Europa hanno superato i 14 milioni di veicoli, il 4,1 per cento in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Una crescita dovuta per lo più ai mercati più grandi del continente: soprattutto Italia (+8,7%) e Spagna (+7,8%) che hanno ottenuto i risultati migliori, ma anche Francia (+5,3%) e Germania (+3%).

Come successo anche il mese passato, è invece il Regno Unito a non tenere il passo: da gennaio a novembre il calo delle vendite è stato del 5%.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mercato auto, in Europa è sempre più suv. Ci piacciono quelli compatti

prev
Articolo Successivo

Ferrari, aumenta la produzione e (ri)spunta il suv per il futuro

next