Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, è arrivato intorno alle 18:45 a Palazzo San Macuto, nella sede della Commissione bicamerale di inchiesta sul settore bancario. Ad accoglierlo l’ufficio di presidenza ristretto composto da Pierferdinando Casini e i due vicepresidente della Commissione Mauro Maria Marino (Pd) e Renato Brunetta di Forza Italia. “Il Presidente Casini aveva inviato una lettera per mettere a disposizione tutta la documentazione da disposizione della Banca d’Italia inerente i compiti della Commissione d’Inchiesta sul sistema Bancario e Finanziario” afferma al termine dell’incontro Renato Brunetta. La richiesta del M5S di audire subito Ignazio Visco? “Io oggi questa richiesta non l’ho sentita. La prima convocazione della Banca d’Italia riguarda la vigilanza, non il Governatore”. Veltroni, Napolitano, Zanda? “Non mi sorprende la loro reazione alla mozione Pd sostenuta dal segretario del Pd, Matteo Renzi” conclude Brunetta”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Alluvione Livorno, è gara di solidarietà: in poco più di un mese raccolti 95mila euro. Un contributo anche da Amatrice

prev
Articolo Successivo

Bankitalia, quando Renzi diceva: ‘Rispetto Palazzo Koch, lavoriamo molto bene insieme. Scaricabarile? E’ vecchia politica’

next