Luigi Di Maio è stato votato dalla procedura nostra, era un candidato ed è il nostro candidato premier, perfetto. Io sono accanto al Movimento, Luigi è del Movimento e quindi sarò accanto a Luigi. Mi sento rappresentato, ma soprattuto, non c’è una persona che deve rappresentare il Movimento, questo è un grande sbaglio, è il Movimento e tutte le persone che partecipano a dover rappresentare il Movimento”. Così Roberto Fico a margine dell’incontro ‘Parole guerriere, seminari rivoluzionari’ a Milano

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Davigo: “Non ho mai incontrato Grillo in vita mia. Né lavorato all’emendamento contro Berlusconi”

prev
Articolo Successivo

Movimento Animalista, la Brambilla non fa inciuci: “Alleanze? Valuto i programmi”. Ecco il programma

next