Appena uscito di prigione, pochi giorni dopo l’arresto per stalking, ha chiamato la sua vittima e le ha detto: “Sono fuori, ho vinto io“. L’uomo di 68 anni aveva subito ricominciato la persecuzione nei confronti della sua ex compagna di 39 anni e della madre di lei, 63 anni. Dopo la telefonata, alle 10 di martedì mattina la polizia lo ha arrestato – per la seconda volta in meno di una settimana – mentre pedinava la 63enne in via Gran San Bernardo, a Milano.

Le aggressioni verbali e fisiche nei confronti delle due donne erano iniziate a giugno e, a metà agosto, avevano portato all’arresto del 68enne, con precedenti sempre per stalking. Dopo il primo episodio aveva ricevuto anche un divieto di avvicinamento alle due vittime.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Roma, sgombero dei migranti accampati in via Curtatone: lancio di oggetti dai balconi e tensione con la polizia

next
Articolo Successivo

Enorme frana al confine tra Italia e Svizzera: 100 persone evacuate. Travolte baite, abitazioni e stalle

next