“Vogliamo un mondo in cui le donne non sono oggetti sessuali, ma possono averli tutti”. Così lo spot dell’azienda MySecretCase, e-commerce fondato nel 2014 dedicato al piacere delle donne ma non solo. Già in onda dal 23 luglio su Cielo, Real Time, Nove e DMAX, da domenica 20 agosto lo spot con i sex toys è sbarcato anche su Mediaset e La7. L’azienda fa sapere che la pubblicità ha fatto aumentare le visite online del 300%. Altri dati forniti dall’azienda sul mercato dei sex toys? Nel 2017 il 40% di quelli acquistati sono dedicati alle donne, il 25% agli uomini e il 35% alla coppia. I dati raccolti dalla piattaforma indicano Milano come la città più dinamica in termine di vendite (20%) seguita da Roma (15%) e Torino (5%) ma nel 2017 è il Sud a crescere a una velocità doppia (+40%)  rispetto a Nord (+20%) e Centro (+15%). Sono le donne tra i 20-30 anni quelle che acquistano di più, registrando una crescita del +300% rispetto al 2016, seguite dalla fascia 30-40 (+200%) e 40-50 (+200%)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Catania, Alessandro Di Battista è al mercato ma intralcia la strada al pescivendolo: “Giovanotto occhio!”

next
Articolo Successivo

Fantozzi ha colpito ancora: questa volta la mitica nuvoletta è arrivata in Umbria

next