Il caso era scoppiato all’inizio dell’anno, quando Trenitalia aveva ammesso che un algoritmo utilizzato per calcolare i prezzi degli abbonamenti era “difettoso”. Nel senso che non tagliava i costi all’aumentare dei chilometri percorsi e di conseguenza penalizzava i pendolari. Ora il gruppo ha risolto il problema mettendo a punto un nuovo sistema che, secondo le associazioni consumatori, farà risparmiare fino a 300 euro all’anno sulle tariffe sovraregionali. Previsto anche, dal primo 1 gennaio 2018, un conguaglio dei maggiori importi versati.

La revisione delle tariffe è partita il primo luglio. A breve, si legge in una nota di Adusbef, Assoutenti, Casa del Consumatore e Cittadinanzattiva in rappresentanza anche di Adoc, Codici, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega consumatori e Movimento Consumatori, saranno rese note le modalità per i rimborsi per gli abbonamenti arretrati dal primo gennaio 2012. Assoutenti aveva auspicato un versamento forfettario. Modalità differenti invece potranno essere definite per i biglietti di corsa semplice. Molto presto, infine,  è previsto un nuovo incontro con Regioni e Trenitalia per verificare l’intesa definitiva.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Scippo di Stato

di Daniele Martini 12€ Acquista
Articolo Precedente

Mps, oltre 5mila esuberi e 600 filiali da chiudere: dopo il salvataggio con fondi pubblici, arrivano i tagli ai dipendenti

next
Articolo Successivo

Champions 2017/18, Premium è pronta a condividere i diritti con Sky. E si potranno comprare i singoli match in pay-per-view

next