“Un disastro”. Maurizio Gasparri definisce così un anno di Virginia Raggi e di amministrazione 5 Stelle a Roma. Comitati, associazioni ed esponenti di Forza Italia e della destra romana si sono dati appuntamento sotto il Campidoglio. Nello “spirito goliardico di Pasquino”, il vicepresidente del Senato, insieme a rappresentanti e consiglieri locali, ha svelato “la prima opera pubblica di Roma“: una funivia di cartone su cui campeggia il ritratto della sindaca. “Governare la Capitale non è facile”, dice l’ex primo cittadino Gianni Alemanno. “Ma Raggi non ha proprio toccato palla. Può solo dimettersi. E per noi sì, è un riscatto: con noi si stava meglio, lo dicono le statistiche”. “Bisogna cacciarla”, rincara la dose Alessandra Mussolini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Adozioni, le famiglie scrivevano e nessuno rispondeva: la responsabile non ha guardato la posta ufficiale per 10 mesi

next
Articolo Successivo

Pd Roma tra debiti e dipendenti in cassa integrazione. L’unico candidato non renziano scrive a Orfini: “Trasparenza”

next