I servizi di sicurezza europei sono in allerta e si preparano ad ulteriori attacchi durante il mese sacro del Ramadan, che inizia domani, dopo che l’Isis – come riporta il Telegraph – ha lanciato un appello ai suoi seguaci a sollevarsi per una “guerra totale” e per “colpire gli infedeli in Europa”.

In un video messaggio pubblicato su Youtube dal titolo “Dove sono i leoni di guerra?”, lo Stato islamico – come avvenuto in altri casi prima e dopo le stragi – invita i “fratelli musulmani in Europa che non possono combattere al fianco dell’Isis, ad attaccare gli europei nelle loro case, mercati, strade e raduni“. Riferendosi poi all’attacco suicida di Manchester, in cui sono morte 22 persone, il califfato aggiunge: “Non disprezzate il lavoro. Il vostro obiettivo dei cosiddetti innocenti e civili è amato da noi ed è il più efficace, quindi proseguite e avrete una grande ricompensa o martirio durante il Ramadan”. Le vittime dell’Arena Manchester, che stavano lasciando la struttura dopo la fine del concerto di Ariana Grande, sono quasi tutti ragazzini. Uno degli ultimi appelli di Daesh era arrivato alle vigilia delle elezioni presidenziali francesi; in quel caso gli obiettivi erano i candidati all’Eliseo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Siria, oltre 100 morti dopo i raid della coalizione anti-Isis: metà sono bambini

next
Articolo Successivo

Usa, dopo il Muslim ban crollo dei visti per i 6 Stati “banditi”: 55% in meno. Calo di un terzo per i cittadini dei Paesi arabi

next