Scontro in diretta a DiMartedì su La7 tra il direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio e il direttore dell’Unità Mario Lavia. Tema al centro della discussione il caso Consip, dopo le ultime rivelazioni sulle prove a carico di Tiziano Renzi“Il Fatto ha pubblicato una patacca, sminuendo il caso. C’è un pezzo dello stato” accusa Lavia, facendo riferimento al procuratore di Napoli John Woodcock e al Noe – che hanno cercato di colpire Matteo Renzi e Luca Lotti. È una faccenda grave in cui anche il presidente della Repubblica deve intervenire”. Replica ironica da parte di Travaglio. “Io chiamerei l’Onu e i caschi blu. Il povera collega non sa e ripete a pappagallo quello che dice Renzi. Non c’è nessun complotto – continua il direttore – nessuno fa un complotto fornendo ai magistrati gli elementi per smascherarlo”. “Tu difendi gli indagati. Sei un manettaro” gli risponde Lavia. “E tu sei un asino“conclude Travaglio,

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Migranti, il decreto Minniti è legge: arrivano centri per rimpatrio e salta l’appello dopo rifiuto diritto d’asilo

prev
Articolo Successivo

Adesso papà Renzi è DAVVERO nei guai

next