Intere generazioni l’hanno amata e guidata. E’ stata anche replicata, in tempi moderni, con buon successo. Ma la vecchia Mini continua ad avere un fascino tutto suo. E anche un mercato a quanto pare, visto che lo specialista inglese David Brown, dopo aver già intrapreso la strada del “remake” con marchi quali Aston Martin e Jaguar, rilancia con una riedizione speciale della Mini anni ’60 dal nome che non lascia spazio a dubbi: Mini Remastered. All’esterno è identica alla vettura originale, ma sotto è stata riprogettata per offrire a chi è disposto a tirare fuori 50 mila sterline (oltre 58 mila euro) un’esperienza di guida moderna accanto al fascino dell’old style. Già, perché dimensioni e look restano quelli della Mini Cooper originale ma la meccanica, seppur fedele all’antico, beneficia di miglioramenti decisivi. Come quello del motore ad esempio: il 1.275 cc. ha una potenza doppia rispetto a quello, d’ordinanza, superando dunque i 100 Cv. Anche l’abitacolo è dotato delle tecnologie più moderne, tra cui Apple CarPlay e Android Auto. La Mini Remastered è disponibile in due allestimenti, ognuno dei quali è stato realizzato con mille ore di lavoro artigianale: la “Inspired by Café Racers” e la “Inspired by Monte Carlo”. Le Mini Remastered saranno prodotte al massimo in 100 unità.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ferrari Land, apre in Spagna il parco giochi a tutto gas del Cavallino – FOTO e VIDEO

next
Articolo Successivo

In Gran Bretagna si va a lezione (gratis) di yoga con Volvo

next