A 16 anni dall’11 settembre, l’Fbi ha diffuso una serie di foto inedite che mostrano gli effetti dell’attacco di Al Qaeda al Pentagono in cui morirono 189 persone, 125 delle quali lavoravano all’interno dell’edificio: un aereo dell’American Airlines, con a bordo 64 persone, si schiantò contro la sede del quartier generale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America.

Si tratta di 27 immagini pubblicate nella sezione FBI Records: The Vault del sito web del Bureau, con il titolo “9/11 Attacks and Investigation Images“. Vi si possono vedere, tra le altre cose, i rottami del Boeing 757 partito da Washington e diretto a Los Angeles. Le foto mostrano il buco lasciato dal velivolo a seguito dello scontro contro il Pentagono, l’area collassata e distrutta sotto la quale morirono oltre cento persone.

Infine gli scatti pubblicati dal Federal Bureau of Investigation illustrano il lavoro degli investigatori accorsi sul posto e varie scene di distruzione dell’area militare. L’aereo che colpì al cuore la Difesa americana fu dirottato tra le 08:51 e le 08:54, pochi minuti dopo che un altro velivolo dell’American Airlines si era schiantato contro il World Trade Center. L’attentato di New York provocò in totale 2.996 morti e il ferimento di oltre seimila persone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, Flynn pronto a deporre sul Russiagate in cambio dell’immunità

next
Articolo Successivo

Venezuela, Maduro dà l’ennesimo colpo di grazia alla democrazia

next